FOTOSINTESI DI UN’IDEA

Che cos’è CLOROFILLA? È un’esperienza collettiva che da due anni, in tutta la provincia, costruisce socialità partecipata, sperimentando mezzi di comunicazione diversi. È un modo di far vivere la nostra comunità attraverso lo scambio di creatività con persone che vengono da luoghi diversi: artisti e cittadini che, nella cornice dei nostri paesaggi, per due settimane si mescolano in uno scambio di tutti e per tutti.
“Arti Pubbliche Condivise” è infatti il nome della rassegna ed il suo significato è questo: apertura e condivisione.

Perchè CLOROFILLA?
La clorofilla è il pigmento che da colore alle piante ed è attraverso la fotosintesi clorofilliana che le piante si procurano il nutrimento necessario per crescere. Ma la base e motore di questo processo è la clorofilla, pigmento di colore verde che si trova sullo strato superficiale della foglia.
La clorofilla cattura l’energia del sole trasformandola in energia chimica. A sua volta, tale energia prodotta serve per trasformare l’anidride carbonica assorbita dall’aria in zuccheri, nutrimento della pianta. Scarto della fotosintesi clorofilliana è l’ossigeno, a sua volta essenziale alla vita sulla Terra.


L’INIZIO DI QUESTO PERCORSO

CLOROFILLA è nato nel 2015, quando l’artista bellunese Ericailcane è entrato per la prima volta all’ex caserma Piave – una struttura assegnata dal Comune di Belluno alla Casa Dei Beni Comuni per l’autorecupero e la costruzione di uno spazio sociale.
Quello della Casa Dei Beni Comuni è un progetto di recupero degli spazi della vecchia caserma Piave che giacevano, ormai in stato di degrado, dopo oltre 15 anni di abbandono. Stanze vuote, cemento, prati e hangar a cui dare nuova vita, restituendoli alla collettività.
Il lavoro, la fatica e la determinazione dell’assemblea e della comunità allargata della Casa Dei Beni Comuni stavano riportando a nuovo splendore questi luoghi.

La prima edizione di CLOROFILLA si focalizzò sull’autorecupero della ex caserma partendo dalle pareti scrostate e tristi, abbandonate e silenziose. Fu una festa della fantasia, e l’incontro tra sguardi distanti ma mossi da ideali comuni.
Oggi quelli ed altri muri della nostra città e provincia raccontano storie, idee, fantasie, frutto del lavoro di molti artisti provenienti da tutto il mondo. I luoghi si sono trasformati in un vero e proprio museo a cielo aperto – il tipo di museo che piace a noi, un museo di tutti e per tutti, dove l’arte deve e vuole essere pubblica e condivisa. Un Bene Comune.

L’EDIZIONE 2017

Per questa edizione abbiamo chiesto la collaborazione di Mario Levis (artista circense e performer) per strutturare il nuovo programma della rassegna. Abbiamo voluto aprire ad altri tipi di arti ed esperienze. Il calendario eventi non è ancora del tutto definitivo: dalle esperienze passate abbiamo imparato che molti eventi nascono anche spontaneamente, grazie all’incontro e alla collaborazione fra gli artisti e la realtà della Casa Dei Beni Comuni.
Abbiamo perciò deciso di fissare solo alcune date, mantenendo un ampio spazio di creatività e improvvisazione per le proposte (anche in corso d’opera) sia dei collaboratori di questa edizione che degli artisti stessi.

CLOROFILLA anche quest’anno sarà ricca di momenti di convivialità e conoscenza:
– artisti muralisti che dipingeranno fuori e dentro la Casa Dei Beni Comuni;
– performance di teatro e circo;
– giornate di laboratori aperti di stampa artigianale, alla serigrafia di
Casa Dei Beni Comuni ma anche in città, al Parco Bologna di Belluno;
– proiezioni video;
– presentazioni di progetti artistici;
– momenti dedicati ai più piccoli;
– workshop;
– musica;
e tanto altro.

 

GUARDA I VIDEO TEASER DI CLOROFILLA 2015

Video realizzato da Alice Bettolo

Video realizzato da Alice Bettolo